Il populismo spiegato alla mia gatta

In questi anni abbiamo imparato che esiste il populismo (che è anche un po’ sovranismo) e oggi finalmente sarà più semplice per me spiegare ai miei studenti (e persino alla mia gatta) cos’è.

Pare infatti che avremo il matrimonio (di interesse) fra le forze populiste che hanno “vinto” le elezioni e che giustamente si accingono a governarci. Ed essere governati dalle forze populiste è appunto una gran botta di culo per tutto il popolo, e quindi anche per noi.

Vedremo cose che noi umani non abbiamo mai visto. A partire dalla ventata di gioia che investirà la mia famiglia: il figlio disoccupato avrà un reddito di cittadinanza, io e mia moglie andremo finalmente in pensione subito (abolizione della Fornero!), pagheremo tasse al 15 % risparmiando quattrini per vacanze in riviera, mia suocera avrà la pensione raddoppiata, e io potrò permettermi una dentiera nuova (ah, no, forse questa era una promessa di Silvio!).

Vedremo presidenti della camera andare al lavoro in bicicletta, presidetesse del senato andare al lavoro col cocchio, parlamentari che si dimezzano lo stipendio (e azzereranno tutti i benefit)…

I nostri figli staranno bene anche senza vaccini, combatteremo le scie chimiche, e viaggeremo con auto ad aria.

Avremo una democrazia diretta eterodiretta.

Vedremo ruspe spazzolare via campi nomadi, guardiani del faro ripulire centri sociali e squallide periferie.

Centinaia di migliaia di faccette nere saranno rispedite ai lori lidi, centinaia di migliaia di faccette nere saranno aiutate a casa loro, centinaia di migliaia di faccette nere non avranno più l’onere di pagarci le pensioni.

Ci inchineremo alla sacra alleanza con lo Zar di tutte le russie, ma lo faremo con le t shirt a stelle e strisce.

Torneremo alle care e vecchie lire, con un’inflazione al 20% che ci farà sentire tutti più ricchi.

Non pagheremo le tasse universitarie… Ah, no, questi erano quelli di LEU… Che poi le tasse universitarie non sono un gran problema, visto che per diventare senatori e deputati, ministri e presidenti non serve studiare tanto e avere lauree con lode, ma basta essere, appunto, populisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...