E alle primario ho deciso di votare…

Fino alla fine sono rimasto fieramente indeciso. E ancora lo sono. Ma gli uomini non possono che prendere decisioni. Per evitare il sentore d’ignavia. E perché è giusto così. E all’amico Fabrizio che poco fa mi ha richiamato al dovere su facebook (Allora? Hai deciso se schierarti e da che parte?) devo qualche riga di risposta…

Scegliere, caro Fabrizio, è una questione di cuore e cervello (ragione e sentimento)

Le scelte amministrative vanno fatte con il cervello (certo, tenendo conto della passione, dell’idea, del sole dell’avvenire… ma comunque calandosi nella logica del possibile). Invece, le scelte che riguardano l’orizzonte politico, andrebbero fatte con il cuore (con la passione, persino con la pancia…). Dunque, la scelta delle primarie (un’altra delle possibili-probabili svolte storiche per l’italica sinistra) andrebbe fatta con il cuore, con l’innamoramento fervido per una fazione, per un’idea, per una persona. Dovrebbe essere un atto di fede, come ho fatto nel passato per un qualche dio, una qualche chiesa, una qualche ideologia, un qualche eroe. E come noi maschietti facciamo, qualche volta, per la nostra squadra (del cuore, appunto!).

Ma la fede (e il tifo) è un dono. O ti viene o non te la puoi dare. O sei folgorato sulla via di damasco, o continui ad errare nel dubbio.

E io, questa volta, ho la sfortuna di non essere stato folgorato.

E la ragione continua ad indagare, ad analizzare, a speculare. A vedere le storture da una parte e dall’altra.  A vedere gente che tifa (soprattutto contro) e che – al di là di un buonismo di facciata – spara anatemi ad alzo zero.

Mi si dice che le primarie vere devono essere dure.

Lo so ma qui non si tratta solo di primarie: pare più lo scontro fra due partiti diversi. Anzi nelle mie frequentazioni trasversali fra le opposte tifoserie vedo sempre più spesso che c’è più rispetto per i contendenti di ALTRI partiti che fra i competitor dello STESSO PARTITO.

E questo non fa bene. Non fa bene al mio ultimo sogno di PD.

In ogni caso, uno non può sottrarsi alla politica. Soprattutto in un momento come questo. E allora io partecipo attivamente alle primarie, sarò al seggio per lavorare, ed esprimerò il mio voto. Solo che, non essendo sorretto dalla fede cerco di arrivare alla scelta attraverso un ragionamento tentando di capire quale strategia è più affine al mio obiettivo (tenere insieme il PD, ma dare un segnale della necessaria discontinuità nei confronti di una linea paludata, attendista, fatta di funzionariato gregario e di bizantinismi dalemiani su convergenze parallele ed alleanze varie).

Dunque: per smarcarmi dalle opposte tifoserie (e soprattutto dagli opposti opportunismi) io voterò Puppato al primo turno. Perché non ho l’ardire di votare Renzi, ma non voglio un plebiscito per le truppe (spesso cammellate, senza offesa nei tuoi confronti!) dei bersaniani (e non di Bersani, che come persona e come segretario non metto in discussione, anche se come leader…).

Al secondo turno voterò quasi certamente Bersani. Ma solo perché – e qui torna l’animo razionale dell’amministratore – sono certo che la situazione politica del nostro Paese sarà piuttosto complicata, e noi non possiamo permetterci di affrontare elezioni e post elezioni in piena bagarre interna con bindiani e dalemiani che cercano di resistere (resistere, resistere) all’invasione dei presunti nuovi barbari renziani.

In tempo di pace (senza la spada di Damocle del disastro economico) credo che sarei stato tentato dal sussulto renziano: perché noi avremmo proprio bisogno dell’entusiasmo che si è respirato in questi mesi negli incontri del tosco, e perché col suo apporto, forse, potremmo avere un partito finalmente più leggero e certamente maggioritario, in grado, magari, di mettere basi solide per un vero e salutare bipolarismo. (infatti la mia gattina ancora non capisce come mai difendiamo lombardiani e i bindiani, corteggiamo sottobanco casini e i casiniani, e trattiamo da nemici Renzi e i renziani).

Come vedi non ho parlato della Puppato (in fondo potrebbe meritarsi il mio voto anche per il suo programma, e non solo per la mia fisima strategica), ma il discorso si farebbe ancora più lungo.

E ho sempre parlato di primarie PD e non di primarie di coalizione, perché non mi piace l’alleanza con parolai re di puglia e residuali pseudosocialisti…

Ma questa è un’altra storia. E ce la racconteremo davanti a un Pinot Bianco (Südtiroler Weißburgunder) Sirmian 2011 (Cantina Nals Margreid) o un classico Gewürztraminer dell’Abbazia di Novacella.

2 pensieri su “E alle primario ho deciso di votare…

  1. Bruno Tazzioli ha detto:

    Bravo Mario, condivido quasi il 100% della tua dichiarazione di voto.
    Il “quasi” è relativo alla fiducia da dare a Renzi “In tempo di pace (senza la spada di Damocle del disastro economico) credo che sarei stato tentato dal sussulto renziano”: mentre per la Puppato mi è venuto di cuore la voglia di appoggiarla, sostenerla e votarla, per Renzi questo impeto, anche sforzandomi, proprio non lo sento mio. Non mi entusiasma. Alle primarie voterò col cuore convintamente Puppato. Al ballottaggio, se ci si arriverà e non ci fosse la Puppato (sondaggi: maledetti spargitori di dubbio), voterò anch’io Bersani.

    P.s.: Da bravo Professore,Scrittore e oratore quale sei sii clemente nel giudicare la mia scrittura, punteggiatura ecc. ecc, ………..

    Bruno

    "Mi piace"

  2. agati ha detto:

    Grazie per il commento, Bruno: mi tira un po’ su di morale. Perché anche poco fa, mentre ero in sezione a dare una mano per organizzare le primarie, ho respirato un clima di grande tensione: una sorta di quiete prima della tempesta. E questa cosa non mi piace. Ma, si sa: io sono pessimista (o forse solo un vecchio un poco informato e un poco vissuto). Ciao 😉

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...